Skip to content

News

Inverter, risparmio energetico al 90%

Abbiamo installato tramite l’azienda Green Etiks  un sistema ad inverter ed anemometro che ci ha permesso di ridurre fino al 90% il consumo di energia elettrica e le emissioni di CO2 per gonfiare i palloni pressostatici da ottobre a marzo.

Il problema

La pressione di esercizio di una struttura pressostatica dipende dalle condizioni climatiche e d’uso: in caso di condizioni climatiche particolari (neve o vento forte) la pressione interna deve essere aumentata per mantenere la struttura in sicurezza.

Per far fronte alle condizioni climatiche e alle dispersioni presenti, sono stati forniti moduli per il pompaggio dell’aria fortemente sovradimensionati e incapaci di adattarsi alle varie condizioni d’uso, dato che i motori usati non hanno la capacità di modulare la propria velocità di rotazione e la potenza assorbita, con il risultato di un consumo di energia elettrica notevole e costante per 24 su 24 ore.

La soluzione

Isolamento della struttura
Per evitare inutili dispersioni d’aria isoliamo attentamente la struttura.

Motori ad alto rendimento
Valutiamo la sostituzione del vecchio motore con uno di nuova generazione e ad alto rendimento.

Ottimizzazione della trasmissione meccanica
Cambiamo i rapporti di trasmissione per ottenere il massimo rendimento dal ventilatore.

Controllo elettronico dei motori
Usiamo un Inverter per abbassare velocità e consumi del motore.

Un controller industriale comanda l’inverter a seconda delle condizioni interne ed esterne.

Quali sono i vantaggi:

  • Abbattimento dei costi per l’energia elettrica fino al 90%
  • Bassi tempi di payback
  • Sicurezza
  • Minore manutenzione
  • Minore rumore
  • Sistema smart

Buy Ticket

sign in to post your comment or signup if you dont have any account.